Ricette nuove e vini per la tua cucina. Educazione alimentare su ricette online
Conoscere in cucina Conoscere gli alimenti
  Conoscere in cucina Conoscere gli alimenti  
Conoscere in cucina
la Cantina
le Rubriche
Contatti
Mappa
Home





Conoscere la Carne

Introduzione
Suddivisione e classificazione
Conservazione
Frigorifero
Frattaglie
Approfondimenti sui vari tipi di carne «
Carne: come sceglierla

La carne di montone

Descrizione e caratteristiche - la carne di montone (il maschio della pecora che può essere castrato nel primo mese di vita), pregiata e saporita, di colore rosso intenso, è caratterizzata da venature di grasso che, a conferma di una sicura freschezza, devono essere bianchissime.
La sua bontà è strettamente legata all’età dell’animale, che dovrebbe aver raggiunto almeno i due anni.
In Italia, gli allevamenti migliori si trovano in Piemonte, Lazio e Puglia, mentre in Europa ve ne sono di ottimi in Inghilterra e in Irlanda, dove con questa carne si è soliti preparare piatti noti come le mutton chops, gustose costolette e l’irish stew, il famoso stufato irlandese.
La Francia, dal canto suo, è famosa per i "pré-salés", montoni allevati nei pascoli vicini al mare, dalla carne particolarmente saporita.
Montone e castrato, la cui carne è meno grassa, hanno più o meno le stesse ricette. Per le loro proprietà nutritive possono sostituire manzo e vitello.

Metodi di preparazione - La carne di montone e castrato ha generalmente un sapore piuttosto forte, quindi prima della cottura è consigliabile lasciarla marinare diverse ore nel vino, con l’aggiunta di aceto, verdure ed erbe aromatiche (sedano, carota, cipolla, prezzemolo, timo, alloro), sale e pepe nere in grani.
Ricordiamo che il recipiente con la marinata non deve essere mai messo in frigorifero, ma soltanto tenuto al fresco.
Quando si scelgono e si aggiungono i condimenti è bene tener presente che si tratta di carne grassa e, pertanto, non deve essere appesantita con dosi eccessive di olio o burro.
Per apprezzarne pienamente il gusto, queste carni andrebbero cotte al sangue e servite caldissime.
Fra le erbe più tradizionali e profumate che meglio si sposano con il montone, senz’altro il rosmarino, la menta e il finocchio selvatico ma anche il mirto e il timo.
Arrosto: Per questa preparazione meglio scegliere il cosciotto, è la parte più adatta e il risultato è sicuro;
- preferendo la cottura al sangue, bisogna calcolare 18-20 minuti ogni chilogrammo di carne, altrimenti basterà allungare i tempi (ma non troppo) secondo i gusti. Comunque, noi italiani preferiamo quasi sempre la carne ben cotta.
Brasato, in umido: La cottura in umido richiede circa un’ora e mezzo e in caso di grandi pezzi anche due;
- la carne va tagliata a pezzi e cotta con l’ aggiunta di verdure come carota, sedano, cipolla.
Si consigliano anche altre qualità di vegetali come verze e melanzane, perché contribuiscono a ridurre il contenuto di grasso del montone.
Costolette: Le migliori e più saporite sono le costolette doppie tagliate nel cuore del filetto; ottime cotte alla griglia dopo averle ben spennellate d’olio e insaporite di pepe.

Vedi anche
Ricette carne

torna a: Approfondimento sui vari tipi di carne

inizio pagina