Ricette online.com
Antipasti Primi piatti Secondi piatti Contorni Formaggi Dolci Salse di base Fondi di cottura Paste di base
  Conoscere in cucina Conoscere gli alimenti  
la Cucina
la Cantina
le Rubriche
Contatti
Mappa
Home
 


Le paste di base

Pasta per babà e savarin

Ingredienti:
farina di «forza» gr. 500
sale gr. 10
lievito di birra gr. 20
zucchero gr. 30
uova n. 4/5
acqua lt. 0,100 circa
burro gr. 200
malto gr. 100

Preparazione:
A. Preparare la «biga» (vedi ricetta per la pasta per la pizza) sciogliendo il lievito di birra in un po' di acqua tiepida e incorporarvi poi 1/3 della farina. Formare una palla col composto, farvi sopra un taglio a croce, porre l'impasto in una terrina leggermente infarinata, coprire con un panno e mettere in stufetta a lievitare.
B. Disporre la rimanente farina a corona, mettere al centro il sale, il malto, lo zucchero e le uova. Mescolare gli ingredienti, quindi iniziare a lavorare con forza la pasta fino a che questa non inizi a staccarsi dal marmo.
C. Per dar corpo alla pasta, sollevarla e farla ricadere energicamente sul tavolo di lavoro. Unire poi la biga al composto appena descritto e impastare fino ad ottenere una perfetta amalgama; eventualmente aggiungere un po' d'acqua.
D. Solo a questo punto aggiungere il burro già ammorbidito e lavorare fino a che il composto non risulti liscio, senza grumi e molto elastico. Mettere la pasta in un recipiente e ricoprire con un velo di pellicola trasparente.
E. Lasciare lievitare a temperatura di 28-30°C, fino a che non sia raddoppiato di volume (1 ora e 112 circa). Rompere la lievitazione piegando e ripiegando su se stessa la pasta e conservarla in frigorifero ricoperta con un velo di pellicola trasparente per 10-12 ore.
F. Se si vuole utilizzare l'impasto in tempi più brevi, lo si lascia lievitare 5-6 ore ad una temperatura di circa 20°C ma si ottengono risultati leggermente inferiori.
G. La cottura viene fatta in forno a 2000C circa, previa lievitazione delle brioche formate.
H. Utilizzazione in cucina: coulibiac di salmone, fegato grasso in brioche, filetto di bue in brioche ecc.
I. Utilizzazione in pasticceria (in questo caso la quantità di zucchero è di kg. 0,100): brioche zuccherate e alla marmellata, panini al latte, kouglof, beignet viennesi, corone, ecc.

inizio pagina